Crea sito

Dido and Aeneas di Henry Purcell alla La Fenice

Dido and Aeneas, il capolavoro lirico di Henry Purcell, va in scena al Teatro La Fenice. L’opera in tre atti del compositore inglese, basata su un libretto di Nahum Tate tratto dal quarto libro dell’Eneide di Virgilio, sarà allestita sull’‘arca’ del palcoscenico veneziano in una nuova originale messinscena firmata dal regista e coreografo Giovanni Di Cicco e da Massimo Checchetto per le scene, Carlos Tieppo per i costumi e Fabio Barettin per le luci.

Della parte musicale sarà responsabile Tito Ceccherini, alla testa dell’Orchestra e Coro del Teatro La Fenice e di un cast composto per i ruoli principali da Giuseppina Bridelli e Antonio Poli.  Dido and Aeneas è la sola opera interamente cantata scritta da Purcell. Il librettista, Nahum Tate, riprese le vicende narrate nel quarto libro dell’Eneide di Virgilio: dopo la caduta di Troia, Enea sbarca nei pressi di Cartagine, si innamora di Didone e infine la abbandona per riprendere il proprio viaggio. Nel libretto intonato da Purcell figurano anche personaggi di estrazione tardo-rinascimentale come maghe e streghe, le quali inducono Enea ad abbandonare Didone al solo scopo di distruggerne la felicità.

Le circostanze legate alla prima rappresentazione di Dido and Aeneas non sono ancora del tutto chiarite, ma l’opera, composta nel 1687 o 1688, fu probabilmente eseguita per la prima volta nel 1688 o 1689 dalle giovani aristocratiche di un convitto femminile di Chelsea diretto da Josias Priest, celebre ballerino e coreografo, come testimonia il libretto relativo a quella rappresentazione pervenutoci in copia unica conservata al Royal College of Music di Londra (la sola partitura pervenutaci quasi completa è invece tardiva, di metà Settecento). Nahum Tate, di lì a poco incoronato poeta laureato, ne scrisse il libretto, Thomas D’Urfey l’epilogo recitato, e Purcell, il maggiore compositore inglese del tempo, la musica.

Genio ineguagliato nell’intonare la lingua inglese, tanto da essere definito Orpheus Britannicus nel titolo di una raccolta pubblicata tre anni dopo la sua morte, in Dido and Aeneas Purcell scrisse un capolavoro di concentrazione espressiva in cui danze e cori di ascendenza francese si alternano ad arie di fattura italiana e a recitativi e ariosi di straordinaria intensità drammatica, sfruttando in particolare, con inventività instancabile, le risorse di un procedimento compositivo, il basso ostinato, da lui padroneggiato sopra ogni altro musicista del secolo.

Questo nuovo allestimento feniceo di Dido and Aeneas vedrà in scena il soprano Giuseppina Bridelli nel ruolo della regina di Cartagine Dido e il tenore Antonio Poli in quello di Enea; Michela Antenucci interpreterà il ruolo della confidente della regina, Belinda; Martina Licari quello dell’ancella; Valeria Girardello sarà la maga, Lara Lagni e Chiara Brunello rispettivamente la prima e la seconda strega; Matteo Roma interpreterà il doppio ruolo di Mercurio e del marinaio. Maestro del Coro Claudio Marino Moretti.

Saranno in scena anche i danzatori dell’Associazione Deos Danse Ensemble Opera Studio Melissa Cosseta, Angelica Mattiazzi, Alice Pan e Fabio Caputo. Lo spettacolo sarà in scena in lingua originale con sopratitoli in italiano e in inglese. I biglietti per lo spettacolo (da € 20,00 a € 100,00) sono acquistabili nei punti vendita Vela Venezia Unica di Teatro La Fenice, Piazzale Roma, Tronchetto, Ferrovia, Piazza San Marco, Rialto linea 2, Accademia, Mestre, tramite biglietteria telefonica (+39 041 2722699) e biglietteria online su www.teatrolafenice.it

Pubblicato da Hélène Sadaune

Master II d'Histoire Moderne de la Sorbonne Paris IV, j'ai travaillé pendant plus de 20 ans pour la C.E. Résidente depuis plus de trente ans à Venise, guide conférencière à Paris et Venise, je suis une passionnée de la civilisation vénitienne et de cette ville hors-norme. Comptez sur moi pour vous tenir informé!

error: Content is protected !!