La Nona Sinfonia di Beethoven diretta da Daniele Rustioni

©Hélène Sadaune

Daniele Rustioni alla Fenice con la Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven

Daniele Rustioni ha diretto la Nona Sinfonia di Beethoven al Teatro La Fenice, nell’ambito della Stagione Sinfonica 2023-2024. Il maestro riconosciuto Best Conductor agli International Opera Awards 2022, tra i più importanti direttori d’orchestra della sua generazione tanto nel repertorio operistico che in quello sinfonico, ha diretto l’Orchestra e il Coro del Teatro La Fenice – con Alfonso Caiani maestro del Coro – e un cast di solisti di assoluto prestigio: il soprano Ana Maria Labin, il mezzosoprano Veronica Simeoni, il tenore Francesco Demuro e il basso Adolfo Corrado, con tre recite.

La Sinfonia n. 9 in re minore op. 125, l’ultima composizione sinfonica compiuta di Ludwig van Beethoven (1770-1827), è una delle pagine più importanti della letteratura sinfonica tedesca e un monumento della musica di ogni tempo. La creazione di questo imponente e rivoluzionario affresco sinfonico, che comprendeva per la prima volta la presenza di soli e coro, occupò la mente di Beethoven per gran parte della sua vita: il compositore appuntò alcuni elementi musicali fin dal 1794, li propose in altri lavori, ed è probabile che l’idea stessa di musicare l’ode di Schiller, An die Freunde – un testo del 1785, divenuto simbolo degli ideali dei giovani tedeschi – l’avesse già avuta negli anni dell’Università a Bonn. Fu solo nel 1823 però che cominciò a dedicarsi completamente a questa composizione, che debuttò l’anno successivo, il 7 maggio 1824, al Theater am Kärntnertor di Vienna, con il contralto Caroline Unger e il tenore Anton Haizinger: un concerto memorabile, con lo stesso autore sul podio benché, date le sue condizioni di salute, la concertazione fosse stata curata da altri. Il pubblico accolse la Sinfonia con grande entusiasmo, tributando a un Beethoven ormai completamente sordo, invece degli applausi, un festoso sventolare di fazzoletti.

©Hélène Sadaune

Daniele Rustioni

Best Conductor agli International Opera Awards 2022, è tra i più importanti direttori d’orchestra della sua generazione tanto nel repertorio operistico  che in quello sinfonico. Direttore musicale dell’Opéra National de Lyon dal settembre 2017, è allo stesso tempo alla guida dell’Ulster Orchestra nel Regno Unito dal 2019, a partire dalla stagione 2022-2023 con il ruolo di direttore musicale. Dal settembre 2020 è inoltre direttore ospite principale dell’Opera Nazionale di Monaco di Baviera e direttore emerito dell’Orchestra della Toscana, della quale è stato direttore musicale tra il 2014 e il 2020 e direttore artistico per il biennio successivo.

www.teatrolafenice.it

Pubblicato da Hélène Sadaune

Master II d'Histoire Moderne de la Sorbonne Paris IV, j'ai travaillé pendant plus de 20 ans pour la C.E. Résidente depuis plus de trente ans à Venise, guide conférencière à Paris et Venise, je suis une passionnée de la civilisation vénitienne et de cette ville hors-norme. Comptez sur moi pour vous tenir informé!

error: You are not allowed to print preview this page, Thank you