Malefatte, le borse design realizzate in carcere

Il negozio di “Process Collettivo” che vende le “Malefatte” realizzate dai carcerati di Venezia. Foto di Paolo Saglia

 

Ha un nume tutelare di fama internazionale – oltre che di rilevante garanzia artistica – il nuovo store Rio Terà dei Pensieri aperto proprio di fronte alla Basilica dei Frari a Venezia e che nasce con una doppia finalità, non solo di vendita ma anche di riscatto professionale e sociale. Mark Bradford, che rappresenta gli Stati Uniti alla 57ma Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale (13 maggio-26 novembre) ha contribuito – con un impegno finanziario e non solo – ad aprire al pubblico questo negozio tutto speciale che mette in vendita cosmetici, borse, accessori … di gusto e certamente anche di tendenza. Un’idea fashion made in Venice con alle spalle un progetto di recupero per i detenuti delle carceri veneziane.

L’artiste afro-américain Mark Bradford, qui a donné vie à ce projet pour la réinsertion par le travail artisanal des prisonniers de Venise- Photo de Paolo Saglia

 

Merita una visita questo piccolo e gradevole spazio in Fondamenta dei Frari, dove si possono acquistare prodotti di bellezza di alta qualità (in linea con l’antica tradizione degli speziali veneziani) e il cui pregio maggiore sta negli estratti che li compongono: tutti naturali e provenienti dall’orto – coltivato con metodo biologico certificato – che si trova dentro il carcere femminile della Giudecca. Non solo gli estratti ma tutta la produzione esce da questi spazi, dove è stato realizzato un laboratorio ad hoc per la cosmetica. Rio Terà dei Pensieri è il marchio di questa linea bio tutta veneziana.

Foto di Paolo Saglia

Colorate, artistiche, resistenti e anche molto trend sono le borse e gli accessori (portafogli, portachiavi e tanto altro) confezionate con materiali riciclati in PVC, tutti pezzi unici e quindi molto originali. Questi prodotti, che hanno alle spalle un’esperienza nella creazione di articoli di pelletteria, sono realizzati in un laboratorio di serigrafia dove borse shopper e T-shirts vengono stampate e confezionate a mano. Sempre dentro gli spazi di un carcere, in questo caso quello maschile di Santa Maria Maggiore. Si chiamano “Malefatte” e sono fatte benissimo, oltre ad essere belle.

Piccoli spazi (comunque molto ben ottimizzati) per grandi progetti nello store Rio Terà dei Pensieri, una realtà no profit che offre opportunità occupazionali e di reinserimento sociale. E’ questo il valore aggiunto che è piaciuto a Mark Bradford, già molto attivo – nei medesimi ambiti – negli Stati Uniti. Rio Terà dei Pensieri fa parte di una rete di cooperative che operano nelle prigioni italiane e che lo scorso ottobre ha inaugurato a Torino Freedhome, il primo store permanente di economia carceraria in Italia.

Il team di ” Process collettivo” animato da Mark Bradford, che rappresenta il padiglione degli Stati Uniti alla nuova Biennale d’ Arte 2017, foto Paolo Saglia

 

 

Per saperne di più:

http://www.rioteradeipensieri.org/

http://www.rioteradeipensieri.org/attivita/laboratorio-pvc-riciclato/

http://malefattevenezia.it/prodotti/primavera-estate/

 

Precedente Photo de Venise Successivo Photo de Venise